11
set

Logo-Ton-Gruppe

Il concetto costruttivo ton-gruppe

La storia è la maestra delle azioni nostre. Niccolò Machiavelli

Dalla storia si deve sempre imparare; osservando le abitazione in Val d’Ultimo (Prov. BZ) a 1000-1500 ma vediamo che “i vecchi” hanno costruito le case “leggere” in legno, mentre in tutte le zone più calde dell’Alto Adige e nel resto d’Italia hanno costruito case “massive”, in pietra, mattoni pieni o terra cruda, come i trulli in Puglia.

Perché in questi luoghi, con climi così differenti, sono stati usati nel passato sistemi costruttivi così diversi? Solo un caso? No: Intelligenza!

In un clima temperato mediterraneo, come quello dell’Italia, la massa svolge un compito fondamentale nel garantire il benessere termo igrometrico, non solo in condizioni invernali ma anche, e soprattutto, in condizioni estive. In molte condizioni climatiche tipiche dell’Italia, un appropriato sfruttamento dell’inerzia termica consente di mantenere adeguate condizioni di benessere, con pochissimo riscaldamento invernale e senza impianto di condizionamento estivo.

Le soluzioni di architettura vernacolare, cioè un’edilizia povera e sapiente, la felice sintesi clima-forma-materia, tipica di zone a clima temperato (come i sassi di Matera, i trulli, le costruzioni in mattoni pieni, quelle in terra cruda della Sardegna, dell’ Abruzzo, del Piemonte) costituiscono una risposta intuitiva all’ambiente ed al clima, precursore della “moderna” architettura bioclimatica.

La domanda che dobbiamo porci è: basta isolare un edificio dal freddo per garantire il comfort abitativo e garantire risparmio energetico?

Assolutamente No! Questi edifici, superisolati, di moda oggi, sono efficienti solo dal punto di vista del risparmio energetico invernale, mentre vengono trascurati due fattori: il risparmio energetico durante tutte le 4 stagioni dell’anno e soprattutto il comfort, la vivibilità della casa.

In una casa “leggera” per viverci serve: climatizzatore, umidificatore, deumidificatore e aerazione forzata.

Vogliamo dipendere dalle macchine? Anche queste consumano energia, hanno bisogno di manutenzione, si rompono!

Un proverbio dice: La via dorata sta nel mezzo. ton-gruppe sta nel mezzo. Bisogna sia isolare che dare massa alla casa.

Se vuoi costruire una casa non solo calda in inverno, ma anche fresca d’estate, sana e confortevole durante tutto l’anno, mai troppo secca né troppo umida, la puoi costruire con il concetto ton-gruppe/Geosana abbinato ad una struttura portante di qualsiasi tipo.



I nostri valori, quello in cui crediamo

ton-gruppe è un azienda presente sul mercato da più di 30 anni e grazie alla nostra esperienza e alla continua ricerca e allo sviluppo di nuovi prodotti e sistemi abbiamo la consapevolezza di essere competitivi rispetto a quanto reperibile oggi sul mercato.

La nostra gamma di prodotti è molto ampia, permette di affidarsi ad un unico “Partner”, e di farsi consigliare dai nostri “coaches edili” per studiare insieme la soluzione ideale in ogni singolo contesto.

I nostri sistemi offrono valore aggiunto e vantaggio competitivo, garantendo una migliore qualità di vita, una lunga durata dei materiali e un sano benessere, tutto questo rispettando i criteri della Bioedilizia.

Abbiamo reso i prodotti ton-gruppe accessibili a tutti perché siamo convinti che il buon vivere non debba essere solo un privilegio di pochi, promuovendo soluzioni per tutta la casa, che permettono un vero risparmio energetico e vero confort, non solo sulla carta, come oggi spesso succede, ma realmente.

I nostri sistemi permettono di recuperare rapidamente i costi di investimento, di gestione e mantenimento della casa, consentendo risparmi su macchine ed impianti, che, oltre a pesare sulla gestione familiare con i loro costi, causano ulteriore tecno-stress, del quale oggi proprio non c’è bisogno.

Non sempre il progresso vuol dire andare avanti, anche nelle costruzioni oggi è consigliabile fermarsi e guardare indietro: sono le case costruite prima degli anni cinquanta del secolo scorso che hanno fatto la storia d’Italia e nelle quali ancora oggi si vive bene.

Preferiamo non stravolgere gli antichi concetti costruttivi, ma migliorarli solo nei loro, pochi, punti deboli.

Vogliamo che costruire ed abitare torni ad essere un’attività in armonia con la natura, come una volta lo erano l’agricoltura, il taglio dei boschi, la caccia, la pesca, la produzione di energia, lo sfruttamento delle acque.

Tutto questo nutrendo rispetto verso l’ambiente perché, non facendo parte di nessuna lobbie, abbiamo l’ambizione di essere dei portavoce della natura, di cui ne siamo parte.

Il fondatore
Ulrich Pinter

0 No comments